Immanuel.at - Immagini per appassionati di pecore.


Alcuni visitatori si sono molto rallegrati dell’immagine delle pecore (“I tre moschettieri”) sulla pagina iniziale del sito Immanuel.at. Uno di loro scrisse che aveva addirittura (come del resto anch’io) stampato l’immagine ingrandita e l’aveva appesa alla parete. Qui vi sono dunque alcune altre immagini di questo piccolo gregge per gli amici delle pecore.

Qualora il download dovesse terminare prima che tutte le immagini siano state scaricate, cliccare Ctrl+R per aggiornare la pagina. Per ingrandire le immagini tenere premuto il tasto Ctrl e girare la rotellina del mouse!



1
In inverno ci si annoia nell‘ovile
2
Solo per i nuovi nati c’è sempre da bere
27
Sulla schiena della mamma si dorme particolarmente bene
5
Le mamme pecore durante il foraggiamento
20
All’età di 5 giorni la libertà non alletta ancora
21
Ma a 2-3 settimane la curiosità è invece troppo grande
3
Questa cosa verdognola deve essere erba?
23
Qui nessuno sa cosa sta succedendo
15
Il montone "Honso" al posto di vedetta
11
La prima corsa dopo l‘inverno
14
L’anno scorso l’erba non era più verde?
7
Qui però non c’è ancora molto per pascolare
8
La recinzione elettrica non ha proprio un buon sapore
9
Dov’è qui qualcosa da mangiare?
13
Forse il tipo ha del pellet per noi?
12
Tosate di fresco è più piacevole
6
I tre moschettieri
16
I tre moschettieri in fila indiana
29
Si va sui prati!
10
L’asilo infantile nel verde senza i vecchi fastidiosi
18
Ma dove sono le altre mamme?
19
Bisogna sempre correre dietro ai vecchi
28
Protette dai bulli sullo sfondo
4
Su dai, che aspettiamo? Là c’è sicuramente qualcosa di buono
17
Guardare gli umani
22
Senza anima viva intorno
25 24




LA PREGHIERA DEL PASTORE

Signore, io sono come una delle mie pecore,
che da un giorno all’altro dimentica
quale cammino conduce al buon pascolo.

Signore, se Tu non mi guidi
cosicché io debba solo seguirTi
io mi smarrisco.

Signore, per questo ti prego dal più profondo del cuore,
prenditTi ogni giorno la pena
di condurmi sulla retta via.

----- o -----
Signore, io sono come una delle mie pecore,
che da un giorno all’altro dimentica
dov’è la sua sorgente d’acqua.

Signore, se Tu non mi conduci
e mi porti all’abbeveratoio,
io devo morire di sete.

Signore, per questo Ti prego dal più profondo del cuore,
prendiTi ogni giorno la pena
di guidarmi dove scorrono le acque vive.

----- o -----
Signore, io sono come una delle mie pecore,
che da un giorno all’altro dimentica
quali pericoli sono in agguato lontano dal pascolo.

Signore, se Tu non mi cerchi,
e mi liberi dall’intrico di spine
io devo morire di fame.

Signore, per questo Ti prego dal più profondo del cuore,
prendiTi ogni giorno la pena
di liberarmi dai miei traviamenti.

----- o -----
Signore, io sono come una delle mie pecore,
che da un giorno all’altro dimentica
come si torna a casa la sera.

Signore, se Tu non mi chiami
e mi indichi la giusta porta,
io sono perduto.

Signore, per questo Ti prego dal più profondo del cuore,
prendiTi nell’ultimo giorno la pena
di portarmi a casa dal Padre.



25