Discorso 16 – Il Rapimento avviene prima della Grande Tribolazione?




Il Rapimento avviene prima della Grande Tribolazione? / Libro W. J. Ouweneel 00, pagina 101

La Grande Tribolazione: afflizione per i credenti o Giudizi di Dio? / Libro W. J. Ouweneel 01, pagina 101

Tabella – La Grande Tribolazione – cronologia degli eventi.

Il Ritorno del Signore e il Rapimento sono due eventi distinti? / Libro W. J. Ouweneel 02, pagina 102

Lo Spirito Santo sarà portato via prima dell’Anticristo? / Libro W. J. Ouweneel 03, pagina 102

Tabella - Sequenza e durata degli eventi negli Ultimi Tempi.

Perché il rapimento dovrebbe essere posto al sesto sigillo, prima del giorno dell’ira di Dio. – Discorso 65



Nei seguenti estratti dal libro "Das Buch der Offenbarung" ["Il libro dell’Apocalisse"] di W. J. Ouweneel vengono presentate le argomentazioni, esposte lodevolmente in modo molto preciso e completo, addotte dai sostenitori del Rapimento precedente alla Grande Tribolazione a supporto della loro interpretazione. Pertanto è relativamente facile verificare la validità delle affermazioni dell’autore sulla base della Scrittura e la correttezza delle sue interpretazioni.


(I testi nella cornice nera sono citazioni dei visitatori di questo sito o di altri autori!)

(Il Rapimento avviene prima della Grande Tribolazione? / Libro W. J. Ouweneel 00, pagina 101)

Prima di tutto vorremmo portare ancora alcune prove a sostegno del fatto che la chiesa non passerà attraverso la Grande Tribolazione.

Come riportato in 1Tess 4,13 e seguenti, i Tessalonicesi si preoccupavano per coloro che dormono non perché non sapevano nulla della Risurrezione, bensì perché pensavano che coloro che dormono non avrebbero preso parte al Rapimento della chiesa. Evidentemente i Tessalonicesi non aspettavano la Grande Tribolazione, bensì l’imminente Rapimento della chiesa. Infatti, se avessero pensato che la chiesa sarebbe dovuta prima passare attraverso la Grande Tribolazione, si sarebbero rallegrati per il fatto che coloro che dormono non avrebbero dovuto più subire questa Tribolazione.


(L’estratto è tratto dal libro "Das Buch der Offenbarung" ["Il Libro dell’Apocalisse"] di W. J. Ouweneel, CLV e.V. [Società per la divulgazione della letteratura])


(Vedi anche Discorso 862: "18 argomenti per un posizionamento del Rapimento prima della Grande Tribolazione e la loro confutazione")


Di seguito il passaggio citato:

Perché il Signore stesso, con la tromba di Dio, scenderà dal cielo.

1Tess 4,13 Fratelli, non vogliamo che siate nell’ignoranza riguardo a quelli che dormono, affinché non siate tristi come gli altri che non hanno speranza. 4,14 Infatti, se crediamo che Gesù morì e risuscitò, crediamo pure che Dio, per mezzo di Gesù, ricondurrà con lui quelli che si sono addormentati. 4,15 Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati; 4,16 perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; 4,17 poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre con il Signore. 1Tess 4,13-17;


Bisogna ammettere che da questo testo si potrebbe ricavare la stessa impressione di cui parla prima l’autore, ovvero che la comunità cristiana non debba passare attraverso la tribolazione anticristiana e che invece venga rapita prima.

Forse l’ha dovuto constatare - probabilmente con orrore - anche Paolo, dopo la sua prima lettera ai Tessalonicesi, e pertanto ha esplicitato questo punto nella sua seconda lettera.

Quel giorno del Rapimento non verrà se prima non sia venuta l’Anticristo.

2Tess 2,1 Ora, fratelli, circa la venuta del Signore nostro Gesù Cristo e il nostro incontro con lui, vi preghiamo 2,2 di non lasciarvi così presto sconvolgere la mente, né turbare sia da pretese ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche lettera data come nostra, come se il giorno del Signore fosse già presente. 2,3 Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, 2,4 l’avversario, colui che s’innalza sopra tutto ciò che è chiamato Dio od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Dio, mostrando se stesso e proclamandosi Dio. 2,5 Non vi ricordate che quand’ero ancora con voi vi dicevo queste cose? 2,6 Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo. 2,7 Infatti il mistero dell’empietà è già in atto, soltanto c’è chi ora lo trattiene, finché sia tolto di mezzo. 2,8 E allora sarà manifestato l’empio, che il Signore Gesù distruggerà con il soffio della sua bocca, e annienterà con l’apparizione della sua venuta. 2Tess 2,1-8;


Quel giorno, di cui in 2Tess 2,3 Paolo dice che non verrà a meno che prima non si sia manifestato l’uomo del peccato, cioè l’Anticristo, è proprio il giorno della venuta del nostro Signore Gesù Cristo per il Rapimento dei credenti di cui ha parlato nel versetto 1. Paolo vi fa riferimento anche nella sua prima lettera ai Corinzi.

Nel giorno della manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo.

1Cor 1,4 Io ringrazio sempre il mio Dio per voi, per la grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù; 1,5 perché in lui siete stati arricchiti di ogni cosa, di ogni dono di parola e di ogni conoscenza, 1,6 essendo stata confermata tra di voi la testimonianza di Cristo; 1,7 in modo che non mancate di alcun dono, mentre aspettate la manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo. 1,8 Egli vi renderà saldi sino alla fine, perché siate irreprensibili nel Giorno del SIGNORE nostro Gesù Cristo. 1,9 Fedele è Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione del Figlio suo Gesù Cristo, nostro Signore. 1Cor 1,4-9;

Il giorno della venuta, ovvero quello della manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo, dapprima risusciteranno i morti in Cristo, dopodiché i viventi rimasti saranno rapiti assieme a loro sulle nuvole per incontrare il Signore nell’aria. Ma quel giorno non verrà, a meno che non sia venuta dapprima l’apostasia e non si sia manifestato l’Anticristo (1Tess 4,16-17 2Tess 2,3-4; 1Cor 1,7-8; 2Cor 1,14).

Se ci si prende la briga di leggere attentamente i passaggi, l’interpretazione non è quindi affatto difficile. E si dovrebbe pensare che al giorno d’oggi dovrebbe essere impossibile formulare interpretazioni così sbagliate.



(I testi nella cornice nera sono citazioni dei visitatori di questo sito o di altri autori!)

(La Grande Tribolazione: afflizione per i credenti o Giudizi di Dio? / Libro W. J. Ouweneel 01, pagina 101)

Se d’altronde la chiesa dovesse passare davvero per la Grande Tribolazione, ci aspetteremmo che le lettere ne avrebbero parlato più spesso. Gli apostoli, come il Signore stesso, annunciano più volte che i credenti saranno oppressi e perseguitati, ma non profetizzano che i credenti saranno ancora sulla terra quando i Giudizi si abbatteranno su questo mondo. Se la chiesa dovesse passare attraverso la Grande Tribolazione, di certo sarebbe stato necessario prepararla a questo terribile momento.

(W. J. Ouweneel, Das Buch der Offenbarung [Il Libro dell’Apocalisse], CLV)



Questa constatazione è assolutamente corretta e l’autore avrebbe dovuto soltanto leggere sopra, in 2Tess 2,1-8. Ma anche nei Vangeli, ad es. Mat 24,29-31:

Subito dopo la "tribolazione di quei giorni", il Figlio dell’uomo manderà i suoi angeli per riunire i suoi eletti.

Mat 24,29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. 24,30 Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria. 24,31 E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all’altro dei cieli. Mat 24,29-31;


Anche da questo testo emerge in maniera inequivocabile che il Signore verrà sulle nuvole del cielo per il rapimento dei suoi dopo la Tribolazione. Ma anche da altri passaggi si evince chiaramente che la chiesa cristiana dovrà attraversare questo periodo (Apoc 7:13-15). Tuttavia, qui occorre distinguere tra questa Grande Tribolazione durante il Dominio dell’Anticristo (dal primo al quarto giudizio dei sigilli) e il Giorno del SIGNORE, il Giorno dell’ira di Dio (i giudizi delle trombe e i giudizi delle coppe).


La Grande Tribolazione – cronologia degli eventi (Apoc 6-22).(FORMATO LARGO)

La tribolazione di quei giorni: 1° sigillo : l’uomo del peccato / 2° 3° 4° 5° sigillo: l’inizio delle doglie di parto / 6° sigillo: il Rapimento

Il giorno del SIGNORE
< 1° sigillo >
(6:1-2;)

cavallo bianco, cavaliere: aveva un arco, gli fu data una corona, uscì come vincitore e per vincere
< 2° sigillo >
(6:3-;4)

cavallo rosso, che toglie la pace della terra, affinché gli uomini si uccidessero e gli fu data una grande spada
< 3° sigillo >
(6:5-6;)

cavallo nero, una bilancia in mano, frumento e orzo costoso, non danneggia né l’olio né il vino
< 4° sigillo >
(6:7-8;)

cavallo giallastro, la Morte dietro era l’Ades, potestà su1/4 della terra, morte con spada, fame e fiere
< 5° sigillo >
(6:9-11;)

sotto l’altare alle anime dei
martiri si fa giustizia, fu data
veste bianca, riposeranno
finché sono uccisi i fratelli
< 6° sigillo >
(6:12-17;)

grande terremoto, il sole
nero, la luna come sangue,
le stelle caddero, il cielo si
ritirò, montagne e sole smosse
6a
sig

< 7° sigillo >
(8:1-6;)

silenzio nel cielo per ca. mezz’ora, profumi all’altare, 7 angeli che avevano 7 trombe, voci, tuoni, lampi
Le due testimoni di Dio profetizzeranno 1260 giorni con vestiti di sacco. (?)


< 1ª tromba>
(8:7;)

grandine fuoco e sangue
1/3 della terra fu arsa
1/3 degli alberi furono bruciati
ogni erba verde fu arsa
< 2ª tromba >
(8:8-9;)

gran montagna nel mare
1/3 del mare sangue
1/3 creature nel mare morì
1/3 delle navi perì
< 3ª tromba >
(8:10-11;)

stella dal cielo una torcia
1/3 dei fiumi assenzio
1/3 delle acque assenzio
e molti uomini morirono
< 4ª tromba >
(8:12-13;)

il sole, la luna, le stelle,
1/3 parte si oscura
1/3 parte del giorno e la
1/3 parte della notte, buio
< 5ª tromba/ 1. guaio >
(9:1-12;)

stella dell’abisso dal cielo
il sole oscurato dal fumo
locuste nuocciono uomini
senza sigillo di Dio 5 mesi
< 6ª tromba/ 2. guaio >
(9:13-21;)

gli angeli sul fiume Eufrate
fuoco e fumo e zolfo
1/3 degli uomini uccisi
il resto non si ravvidero
6a
trb

< 7ª tromba/ 3. guaio >
(11:15-19;)

Il regno del mondo è di Dio l’ira dee Dio è giunta, e il tempo di giudicare i morti terremoto voci, tuoni, lampi
Il giorno dell’ira di Dio - L’Anticristo demonico: la sua risurrezione / il morto dei 2 testimoni / le nazioni calpesteranno Gerusalemme

< 7ª tromba >
< 1ª coppa>
(16:1-2;)

sulla terra:
un’ulcera maligna
agli uomini che avevano
il marchio della bestia
< 2ª coppa >
(16:3;)

nel mare:
sangue come di morto
ogni essere vivente che
si trovava nel mare morì
< 3ª coppa >
(16:4-7;)

nei fiumi e nelle fonti
acque diventarono sangue.
hanno sparso sangue dei pro-
feti fu dato loro a bere sangue
< 4ª coppa >
(16:8-9;)

sul sole:
bruciato sugli uomini, che
bestemmiarono il nome di
Dio e non si ravvidero
< 5ª coppa >
(16:10-11;)

sul trono della bestia:
il regno divenne tenebroso
gli uomini avevano dolore
ma non si ravvidero
< 6ª coppa >
(16:12;)

sul gran fiume Eufrate:
e l’acqua ne fu prosciugata
affinché fosse preparata la
via ai re dal levante.
6a
cop

< 7ª coppa >
(16:17-21;)

nell’aria: voci, tuoni, lampi,terremoto così grande come mai, isole e monti non furono trovati

=================================================================================================================================

====
7a cop
===================


L’Anticristo risvegliato: morto dei due testimoni



6a sigillo
Dopo il 6° sigillo
(7:1-17;)
Non danneggiate la terra,
il mare, gli alberi, finché i
144.000 sono segnati in
fronte. Quelli della gran
tribolazione hanno vesti
bianche davanti al trono
l’Agnello li guiderà alle
acque della vita, e Dio
asciugherà ogni lacrima
6a tromba
Dopo la 6ª tromba
(10:1-11;)  (11:1-14;)
Un altro angelo potente in
una nuvola: con 7. tromba
si compie il mistero di Dio
 non ci sarà più indugio.
Giovanni divora il libretto.
La bestia ucciderà i due
testimoni. Gran terremoto
 la decima parte di
Gerusalemme cadde
7a tromba
dopo la 7ª tromba
(12:1-18;)  (13:1-18;)  (14:1-20;)  (15:1-8;)
La donna e il dragone. Satana  e i suoi angeli furono gettato sulla terra.
Alla bestia dal mare le fu dato di far guerra ai santi e di vincerli.
L’Anticristo e il falso profeta: il regno delle due bestie.
l’Agnello che stava in piedi sul monte Sion, e i sui 144.000 segnati
3 angeli: l’evangelo, giudizio, caduta di Babilonia, i morti che muoiono nel Signore.
L’inizio del giudizio: il Figlio d’uomo miete la terra
I vincitori sulla bestia, sua immagine e sul suo nome cantavano il cantico di Mosè
I sette angeli con le sette coppe dell’ira di Dio
Nessuno poteva entrare nel tempio finché fossero compiute le sette piaghe.
6a coppa
Dopo la 6ª coppa
(16:13-16;)
Satana, Anticristo e
falso profeta mandano tre
spiriti immondi simili a rane
 perché sono spiriti di
demonî che fanno dei segni e
si recano dai re di tutto il
mondo per radunarli per la
battaglia del gran giorno
dell’Iddio a Harmaghedon

7a coppa
Dopo la 7ª coppa
(17:1-18;)  (18:1-24;)
La caduta di Babilonia (19:1-21;)  (20:1-15;)
Battaglia di Harmaghedon Anticristo profeta stagno Giudizio, 1. Risurrezione Satana nell’abisso. Ultima Guerra, Giudizio Universale
(21:1-27;)  (22:1-21;)
La Nuova Creazione


Eppure l’autore prosegue comunque con la sua argomentazione:



(I testi nella cornice nera sono citazioni dei visitatori di questo sito o di altri autori!)

(Il Ritorno del Signore e il Rapimento sono due eventi distinti? / Libro W. J. Ouweneel 02, pagina 102)

Molto importante è la descrizione di Paolo in 2Tess 2,1-12. I Tessalonicesi si erano di nuovo spaventati per determinati fraintendimenti. A causa delle persecuzioni che subivano, pensavano che il Giorno del Signore fosse già cominciato. Dopo che Paolo già in 2Tess 2,1 ha spiegato loro la differenza tra le attuali tribolazioni dei credenti e la futura tribolazione degli oppressori (come già menzionato sopra), nel capitolo 2 spiega loro più dettagliatamente che il Giorno del Signore non può essere ancora cominciato. Questo "giorno" infatti, è necessariamente preceduto da altri eventi.

(W. J. Ouweneel, Das Buch der Offenbarung [Il Libro dell’Apocalisse], CLV)



Sebbene i punti più rilevanti del testo di 2Tess 2,1-8 non vengano menzionati esplicitamente, anche nel primo versetto citato vediamo la contraddizione rispetto all’interpretazione precedente:

2Tess 2,1 Ora, fratelli, circa la venuta del Signore nostro Gesù Cristo e il nostro incontro con lui, vi preghiamo 2Tess 2,1;


Questa affermazione di Paolo fa riferimento all’apparizione del Signore nelle nuvole per il Rapimento dei morti risvegliati in Cristo assieme ai credenti in vita degli Ultimi Tempi. Tuttavia, per adattarla al punto di vista pretribolazionista (prima della Tribolazione), ovviamente viene interpretata suddivisa in due eventi separati tra loro. E precisamente nella presunta "distinzione" fatta da Paolo con il "nostro incontro con lui" da un lato e la "venuta del Signore" dall’altro, interpretando il primo come il Rapimento e la seconda come la Grande Tribolazione ("futura tribolazione degli oppressori").

Questa divisione non si riscontra però né nel testo di 2Tess 2,1, né nelle successive affermazioni in 2Tess 2,3:

2Tess 2,3 Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione. 2Tess 2,3;


Al contrario, Paolo mette in guardia i Tessalonicesi proprio da quei corruttori che vogliono far credere loro che la venuta del Signore debba verificarsi prima dell’apostasia - ovvero prima dell’apparizione dell’Anticristo.


(I testi nella cornice nera sono citazioni dei visitatori di questo sito o di altri autori!)

(Lo Spirito Santo sarà portato via prima dell’Anticristo? / Libro W. J. Ouweneel 03, pagina 102)

I versetti 6 e 7 (di 2Tess 2 / nota di FH) dicono che ancora oggi nel mondo c’è "una potenza che trattiene", sia una persona ("chi") che una cosa ("ciò"), che trattiene la piena manifestazione del male (l’apostasia, la manifestazione dell’Anticristo). Sono stati forniti vari suggerimenti sul significato di "chi lo trattiene". Non ha senso discutere qui di tutte queste proposte. Crediamo che ci sia solo una spiegazione che può mostrare cosa sia il "ciò" del versetto 6 e il "chi" del versetto 7. Il primo è la chiesa e il secondo è lo Spirito Santo, che dal giorno di Pentecoste vive nella chiesa come in un tempio. Quando il tempio sarà rimosso dalla terra, anche lo Spirito Santo non abiterà più di persona sulla terra. La chiesa e lo Spirito Santo che dimora in essa costituiscono l’unica potenza concepibile che può trattenere la piena manifestazione del male e che (secondo il significato letterale) "viene tolta di mezzo", esce di scena.

(W. J. Ouweneel, Das Buch der Offenbarung [Il Libro dell’Apocalisse], CLV)



Ecco il passo citato:

Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo.

2Tess 2,6 Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo. 2,7 Infatti il mistero dell’empietà è già in atto, soltanto c’è chi ora lo trattiene, finché sia tolto di mezzo. 2,8 E allora sarà manifestato l’empio, che il Signore Gesù distruggerà con il soffio della sua bocca, e annienterà con l’apparizione della sua venuta. 2,9 La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi, 2,10 con ogni tipo d’inganno e d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all’amore della verità per essere salvati. 2Tess 2,6-10;

(Vedi anche Discorso 108: "Chi o che cosa sta ancora trattenendo l’Anticristo?".)

I sostenitori della visione pretribolazionista del rapimento della comunità cristiana vedono l’affermazione di Paolo "…che lo trattiene" in 2Tess 2,6 come un’indicazione riferita allo Spirito Santo - che peraltro appare assolutamente corretta, ma poi concludono in modo inammissibile che tutto questo avrà luogo prima della prima comparsa dell’Anticristo. Ciò che si trascura qui è il fatto che, nella prima metà del suo regno - i primi 3 anni e mezzo della settantesima settimana d’anni (periodo di sette anni degli Ultimi Giorni) - l’Anticristo non apparirà subito "al posto di Cristo" ("anti" = "contro" ma anche "al posto di"). Ciononostante, i cristiani saranno perseguitati già in questo tempo nel suo periodo di dominio. Intorno alla metà dei sette anni (Dan 9,27) egli svelerà la sua vera intenzione bestemmiatrice e sarà "manifestato". Solo allora, con il Ritorno del

Se i credenti degli Ultimi Tempi non dovessero affrontare la Grande Tribolazione, come si dovrebbe interpretare l’affermazione in Mar 13,19-23 in cui il Signore promette proprio a questi eletti, i credenti degli Ultimi Tempi, coloro i quali egli con la sua venuta raccoglierà a rapirà a sé come dice Mat 24,30-31, che questo tempo sarà abbreviato proprio a causa loro?

A causa dei suoi eletti, egli ha abbreviato quei giorni.

Mar 13,19 Perché quelli saranno giorni di tale tribolazione, che non ce n’è stata una uguale dal principio del mondo che Dio ha creato, fino ad ora, né mai più vi sarà. 13,20 Se il Signore non avesse abbreviato quei giorni, nessuno scamperebbe; ma, a causa dei suoi eletti, egli ha abbreviato quei giorni. 13,21 Allora, se qualcuno vi dice: "Il Cristo eccolo qui, eccolo là", non lo credete; 13,22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e prodigi per sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. 13,23 Ma voi, state attenti; io vi ho predetto ogni cosa. Mar 13,19-23;


Questi scritti sono in contrasto con il Rapimento prima della Grande Tribolazione tanto quanto lo sono le parole del Signore nei Vangeli, che assicurano ai credenti la vicinanza dello Spirito Santo in questo tempo di tribolazione, quando dovranno difendersi dai suoi cavalieri. Se l’interpretazione succitata dell’autore fosse corretta, allora a questo punto sulla terra non ci sarebbero più né i fedeli né lo Spirito Santo.

Poiché non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.

Mat 10,17 Guardatevi dagli uomini; perché vi metteranno in mano ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 10,18 e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per servire di testimonianza davanti a loro e ai pagani. 10,19 Ma quando vi metteranno nelle loro mani, non preoccupatevi di come parlerete o di quello che dovrete dire; perché in quel momento stesso vi sarà dato ciò che dovrete dire. 10,20 Poiché non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. 10,21 Il fratello darà il fratello a morte, e il padre il figlio; i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. 10,22 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato. 10,23 Quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un’altra; perché io vi dico in verità che non avrete finito di percorrere le città d’Israele, prima che il Figlio dell’uomo sia venuto. Mat 10,17-23;

Perché non siete voi che parlate, ma lo Spirito Santo.

Mar 13,9 Badate a voi stessi! Vi consegneranno ai tribunali, sarete battuti nelle sinagoghe, sarete fatti comparire davanti a governatori e re, per causa mia, affinché ciò serva loro di testimonianza. 13,10 E prima bisogna che il vangelo sia predicato fra tutte le genti. 13,11 Quando vi condurranno per mettervi nelle loro mani, non preoccupatevi in anticipo di ciò che direte, ma dite quello che vi sarà dato in quell’ora; perché non siete voi che parlate, ma lo Spirito Santo. 13,12 Il fratello darà il fratello alla morte, il padre darà il figlio; i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. 13,13 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine, sarà salvato. Mar 13, 9-13;

Perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento stesso quello che dovrete dire.

Luca 12,8 Or io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo riconoscerà lui davanti agli angeli di Dio; 12,9 ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio. 12,10 E chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, sarà perdonato; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non sarà perdonato. 12,11 Quando poi vi condurranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi del come e del che risponderete a vostra difesa, o di quello che direte; 12,12 perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento stesso quello che dovrete dire». Luca 12, 8-12;

(Vedi anche Tabelle 05: "Sinossi dei discorsi del Signore sugli Ultimi Tempi.")


Si tratta di testi tratti dai discorsi del Signore sugli Ultimi Tempi e non vi è alcun dubbio che qui ci troviamo nel periodo della tribolazione anticristiana. L’affermazione in Mar 13,13 fa persino riferimento al Rapimento della comunità cristiana degli Ultimi Tempi quando il Signore dice:

Mar 13,13 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine, sarà salvato.


E qui il Signore promette ai credenti che lo Spirito Santo li sosterrà nella difesa dai loro accusatori durante il periodo di tribolazione. Anche prima, in Mat 10,23, il Signore promette loro che nella fuga dai loro persecutori non avranno finito di percorrere le città d’Israele che il Figlio dell’Uomo verrà a salvarli nel Rapimento.

L’affermazione dell’autore per cui lo Spirito Santo dimora e opera nella chiesa cristiana è assolutamente corretta. Proprio per questo nella tribolazione ci sono entrambi, la comunità cristiana e lo Spirito Santo, che in questo periodo resistono fino alla fine. Con il Rapimento dei credenti degli Ultimi tempi insieme ai credenti morti risvegliati in Cristo evidentemente anche lo Spirito Santo sarà portato via dalla terra. Tutto questo però, non prima della Tribolazione.

E sebbene l’autore del libro citato in precedenza affermi a pagina 196:

"(…) i giudizi che si abbatteranno subito dopo il Rapimento della comunità cristiana, cioè quando tutti i veri credenti saranno stati portati via dalla terra al cielo.",

a pagina 368 dice:

"Dopo il Rapimento della chiesa ci saranno di nuovo (durante questo giudizio della tribolazione, nota di FH) altri credenti sulla terra che si sono convertiti (…)".


Ovviamente questi non possono più essere "veri credenti", perché se lo fossero, stando alla prima affermazione sarebbero stati rapiti in cielo già da tempo.

Eppure, questa distinzione tra "veri" e "non veri" credenti è solo una conseguenza del fatto che il Rapimento sia stato collocato prima della Tribolazione e non si sappia come giustificare tutte quelle affermazioni che parlano dei credenti durante la tribolazione (vedi sopra) e poi in cielo dopo la loro uccisione, di seguito in Apoc 7, 13-15. Compiuto il primo errore, subito se ne aggiunge un secondo affermando che essi sarebbero degli altri "falsi" credenti.

Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione. Essi hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell’Agnello.

Apoc 7,13 Poi uno degli anziani mi rivolse la parola, dicendomi: «Chi sono queste persone vestite di bianco e da dove sono venute?» 7,14 Io gli risposi: «Signor mio, tu lo sai». Ed egli mi disse: «Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione. Essi hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell’Agnello. 7,15 Perciò sono davanti al trono di Dio e lo servono giorno e notte, nel suo tempio; e colui che siede sul trono stenderà la sua tenda su di loro. Apoc 7,13-15;


Affrontando con imparzialità e senza pregiudizi questi passaggi, si vede molto chiaramente che qui tutti i credenti sopravvissuti alla fine vengono rapiti assieme ai morti risvegliati in Cristo. E Paolo ci dà anche un indizio su quando avverrà questo Rapimento durante gli eventi degli Ultimi Tempi. Proprio come nella prima lettera ai Tessalonicesi sopra in 1Tess 4,15-17, nella quale comunica la rivelazione che ha ricevuto dal Signore sul Rapimento della comunità cristiana, Paolo scrive di questo segreto anche ai Corinzi.

Al suono dell’ultima tromba i morti svegliassero incorruttibili, e noi saremo trasformati.

1Cor 15,50 Ora io dico questo, fratelli, che carne e sangue non possono ereditare il regno di Dio; né i corpi che si decompongono possono ereditare l’incorruttibilità. 15,51 Ecco, io vi dico un mistero: non tutti morremo, ma tutti saremo trasformati, 15,52 in un momento, in un batter d’ occhio, al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti svegliassero incorruttibili, e noi saremo trasformati. 15,53 Infatti bisogna che questo corruttibile rivesta incorruttibilità e che questo mortale rivesta immortalità. 15,54 Quando poi questo corruttibile avrà rivestito incorruttibilità e questo mortale avrà rivestito immortalità, allora sarà adempiuta la parola che è scritta: «La morte è stata sommersa nella vittoria». 15,55 «O morte, dov’ è la tua vittoria? O morte, dov’ è il tuo dardo?» 1Cor 15,50-55;


E qui precisa che questo evento avrà luogo al suono dell’"ultima tromba". Secondo l’interpretazione più recente, questa "ultima tromba" sembra essere quella "grande tromba / quel suono di tromba" di cui parla Mat 24,31:

"E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba (letteralmente: con una grande tromba) per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all’altro dei cieli."


È quindi il momento del Rapimento della comunità cristiana e da ciò possiamo riconoscere che la comunità cristiana degli Ultimi Tempi dovrà affrontare le Grandi Tribolazioni dei primi quattro giudizi dei sigilli prima che il Signore la porti via nel Rapimento.

(Vedi anche Discorso 12: "La comunità cristiana degli Ultimi Tempi, deve cercarsi un luogo di rifugio per il Rapimento?" [non ancora disponibile in Italiano, leggi in tedesco / leggi in inglese])

(Vedi anche Capitolo 062: "Il Ritorno del Signore – Il Rapimento." / Il Ritorno del Signore – 2° parte.)


La conclusione dell’autore: "Il Rapimento della chiesa può avvenire in qualsiasi momento" (pag. 99), è pertanto non solo sbagliata, ma anche molto pericolosa. Potrebbe risvegliare in alcuni credenti nelle chiese quelle speranze che Paolo ha già affrontato nella seconda lettera ai Tessalonicesi con l’indicazione:

Poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione.

2The 2,3 Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, 2The 2, 3;


Ma ancora maggiore è il rischio che si manifesti il "figlio della perdizione", cioè l’Anticristo, che prima della venuta del Signore apparirà come falso "messia" "al posto di Cristo" e che, attraverso i segni e prodigi che sarà in grado di operare grazie alla forza e al potere fornitogli da Satana, riesca a sedurre i credenti, i quali si convinceranno che è ritornato il Signore.

Analogamente a quanto afferma Paolo qui sopra in 2Tess 2,3, non ci stancheremo di ripeterlo:


IL PROSSIMO CRISTO CHE VERRÀ SARÀ L’ANTICRISTO!!


Sequenza e durata degli eventi negli Ultimi Tempi.(FORMATO ALTO)

Sequenza e durata degli eventi negli Ultimi Tempi

Un tentativo di classificazione.

Durata


Sequenza di eventi (Riferimenti)

Riferimenti

Tempo


La Grande Tribolazione (Dan 9:27)

La tribolazione di quei giorni (Mat 24:29)

L’inizio delle doglie di parto (Mat 24:6-8)

1° sigillo: Il primo, l’Anticristo umano (Apoc 6:1-2)
2° sigillo: guerre (Apoc 6:3-4; Mat 24:6-7)
3° sigillo: carestie (Apoc 6:5-6; Mat 24:7)
4° sigillo: ¼ parte della terra ucciso (Apoc 6:7-8)
5° sigillo: I martiri in cielo (Apoc 6:9-11 [Apoc 15:2-4])
Persecuzione mondiale dei cristiani (Mat 24:9-14)
L’abominio della desolazione in luogo santo (Mat 24:15)
La Grande Tenebre (Mat 24:27.29)
6° sigillo: Sole, luna scura, cadono le stelle (Isa 13:9-10; Gioele 2:1-10; Gioele 3:4;
Gioele 4:14-15; Mat 24:29; Mar 13:24-25; Apoc 6:12-17)
Il ritorno del Signore (Mat 24:30; Mar 13:26-27)
Risveglio e Rapimento (Mat 24:31; 1Cor 15:51-53; Col 3:4; 1Tess 4:16-17)

Il giorno del SIGNORE (Atti 2:20)

I giudici delle trombe 1-4 (Apoc 8:7-13)
Il 1° guaio – la quinta tromba (Apoc 8:13; 9:12)
locuste dall’abisso danneggiano gli uomini senza sigillo cinque mesi (Apoc 9:1-11)
Il 2° guaio – la sesta tromba (Apoc 8:13; Apoc 9:13 - Apoc 11:14)
1/3 degli uomini uccise (Apoc 9:13-21)
I due testimoni di Dio profetizzano 1260 giorni (Apoc 11:1-13)
Il 3° guaio – la sesta tromba (Apoc 8:13; 11:15-19)
Il dominio del mondo è Dio e il suo Cristo (Apoc 11:15)
L’annuncio del giudizio del premio (Apoc 11:18)
Il secondo, l’Anticristo demoniaco (Apoc 13:1-18; Dan 11:40-45 - Dan 12:1-7)
Il 2°Anticristo uccide i due testimoni, è dominatore del mondo (Apoc 11:7)
I giudizi delle coppe 1-5 (Apoc 13:1.5-8.16:1-21)
I martiri del tempo dell’anticristo demoniaco davanti al trono (Apoc 15:2-4)
La sesta coppa dell’ira di Dio (Apoc 16:12)
L’assemblea per la battaglia di Harmagedon (Apoc 16:13-16)
La settima coppa dell’ira di Dio (Apoc 15:1; Apoc 16:17-21)
La caduta di Babilonia (Apoc 17:1-18; 18:1-24; 19:1-5)
Dio ha assunto il dominio del mondo (Apoc 19:6)
Le nozze dell’agnello (Apoc 19:7-9)
La battaglia di Harmagedon (Apoc 19:11-21)
Il giudizio del premio e la prima resurrezione dei martiri (Apoc 20:4-5)
La trasformazione del cielo e della terra (Isa 65:17-22; 13:13-14; Ebr 12:26-27)

**********************************************************************************************************************************

Il Millennio (Apoc 20:2-5) (quando Cristo assunto il dominio del mondo

L’ultima battaglia (Apoc 20:7-10) (dopo i mille anni)

Il Giudizio Universale (Apoc 20:12) (alla fine del mondo)

La Nuova Creazione (Apoc 21:1) (dopo la prima creazione)


 

 

 

 Dan 9:27
 
 
 
 
 
Dan 12:11-12
 
 
 
 
2Tess 2:8
1Cor 15:52

 

 
 
 
 
Apoc 9:10
 
 
 
 
Apoc 11:3
 
 
 
 
 
Apoc 13:5
 
Apoc 13:7
 
 
 
 
 
 
 
Apoc 11:1-2
 
 
 
 
 
 
Apoc 19:20
 
 
 
*******************

Apoc 20:6-7

 

 

Apoc 22:5


 

 

 

}                        
}                        
}                        
}settimana d’anni }                        
}                        
} } }                  
} } }                  
} } }1290 giorni  
} } }                  
} } }                  
} }                    
} }                    
} } 1335 giorni  
   }                    
   }                    

 

 
 
 
 
5 mesi      
 
 
 
 
}                     
}                     
}                     
}                     
} 1260 giorni    
}                     
} }                  
} }                  
} }                  
}                
}                
}                
}                
}                
}                
}                
}42 mesi     
}                
}                
}                
}                
}                
}                
}                
 
 

********************

1000 anni

?

--------

eterno